Alla sua origine è l´incendio del Regio Ducale Teatro di Corte, a Palazzo Reale, la notte del 25 febbraio 1776. In una lettera Pietro Verri narra gli eventi dei quali fu testimone e osserva che, bruciato un teatro, magari se ne faranno due.
Fu buon profeta: nel 1778 viene inaugurata la Scala, che prende nome dalla preesistente chiesa di S. Maria alla Scala; nel 1779 la Cannobiana, là dove oggi è il Teatro Lirico.

La fronte del più prestigioso teatro d´Italia - e tra i più importanti del mondo - mancando allora la piazza, venne concepita da Giuseppe Piermarini per una vista di scorcio dalla stretta contrada antistante e fu giudicata mediocre dai contemporanei (nel 1830 furono aggiunti i due brevi corpi laterali a terrazza), mentre entusiasta fu il giudizio sugli eleganti interni, somma delle soluzioni tecniche allora disponibili (una vasca collocata sopra la volta della sala era il ´moderno´ dispositivo antincendio).

I bombardamenti del 1943 provocano gravi danni ma già nel 1945, a simbolica resurrezione della città, iniziò la ricostruzione, durata meno di un anno: l´11 maggio un memorabile concerto di Arturo Toscanini segnò per i milanesi la vera rinascita cittadina.

Poco più di tre anni hanno richiesto le recenti opere di restauro conservativo e ammodernamento degli impianti di scena (2004). L´aspetto più evidente del rinnovo del teatro è costituito dalla ellissi e dalla nuova torre scenica, che si intravedono dietro la facciata, entrambe progettate dall´architetto ticinese Mario Botta.
L´interno, cui si accede sul lato sinistro, dai portici dell´ottocentesco Casino Ricordi, colpisce per ricchezza d´ornato e profusione d´oro e velluti. Da non perdere infine il Museo teatrale alla Scala , che in eleganti sale neoclassiche, con un moderno allestimento di Pier Luigi Pizzi, espone cimeli dei grandi che fecero della Scala un tempio della musica; notevole è anche la Bibblioteca che conserva una ricca raccolta di volumi di argomento teatrale.


Per maggiori info: www.teatroallascala.org - Testo del: Touring Club

Se vieni a Milano puoi soggiornare in queste strutture

Vedi tutte le 440 strutture
Atahotel The Big
Atahotel The Big
Hotel Vienna
Hotel Vienna
Hotel Sabatino
Hotel Sabatino
Nhow
Nhow